Pianeta CNR · Vedo e non vedo… laboratori interattivi sulle piante

(cod. A204) A cura dell’Istituto per la Protezione delle Piante IPSP–CNR MODERA: Maurilia M. Monti, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante CNR-IPSP Fatelo con noi.. Una serie di laboratori con tante attività e curiosità sul mondo dei vegetali. Sarà possibile analizzare l’attività fotosintetica attraverso l’uso di immagini a fluorescenza, e rendere visibile l’invisibile: dal […]

Pianeta CNR: vedo e non vedo…

(cod. A187) A cura dell’Istituto per la Protezione delle Piante CNR-IPSP MODERA: Maurilia M. Monti, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante CNR-IPSP Grazie all’interazione con degli entomologi sarà possibile osservare insetti sia ben visibili ad occhio nudo che molto piccoli, attraverso ingrandimenti proiettati su uno schermo, fare domande e soddisfare curiosità su questo mondo […]

Aftermath (Diario del cambiamento climatico)

Siamo della stessa materia di cui sono fatte le onde. Siamo immersi nelle onde, le onde sono il collante che tiene insieme la materia. Siamo inoltre, per la maggior parte, onde. Il nostro corpo ne è attraversato, la Terra e l’universo stessi ne sono attraversati, ed il modo in cui reagiscono fornisce fondamentali indicazioni che difficilmente possono essere ottenute mediante l’osservazione diretta. Ad esempio il modo in cui le onde sismiche si propagano nel suolo è uno dei principali modi in cui è possibile studiare la Terra e le sue manifestazioni profonde. I cambiamenti climatici e le modifiche indotte dalle azioni dell’uomo sull’ambiente possono essere seguiti mediante la decodifica di questi segnali. Le immagini “disegnate” dalle onde sono rappresentazioni indirette del reale di spettacolare bellezza che racchiudono il prezioso tesoro della conoscenza.
La proposta fotografica “Siamo della stessa materia di cui sono fatte le onde” di Mauro Caccavale e Michela Alfè vuole dare forma alla evanescenza delle onde attraverso la loro manifestazione tangibile, svelandone le preziose informazioni che racchiudono.
Un viaggio fotografico attraverso le “ondulazioni” della materia a rendere manifesta la natura impalpabile delle onde attraverso le manifestazioni della natura e dei suoi mutamenti.
Date e luogo da concordare

Siamo della stessa materia di cui sono fatte le onde (Materia e cambiamenti)

Siamo della stessa materia di cui sono fatte le onde. Siamo immersi nelle onde, le onde sono il collante che tiene insieme la materia. Siamo inoltre, per la maggior parte, onde. Il nostro corpo ne è attraversato, la Terra e l’universo stessi ne sono attraversati, ed il modo in cui reagiscono fornisce fondamentali indicazioni che difficilmente possono essere ottenute mediante l’osservazione diretta. Ad esempio il modo in cui le onde sismiche si propagano nel suolo è uno dei principali modi in cui è possibile studiare la Terra e le sue manifestazioni profonde. I cambiamenti climatici e le modifiche indotte dalle azioni dell’uomo sull’ambiente possono essere seguiti mediante la decodifica di questi segnali. Le immagini “disegnate” dalle onde sono rappresentazioni indirette del reale di spettacolare bellezza che racchiudono il prezioso tesoro della conoscenza.
La proposta fotografica “Siamo della stessa materia di cui sono fatte le onde” di Mauro Caccavale e Michela Alfè vuole dare forma alla evanescenza delle onde attraverso la loro manifestazione tangibile, svelandone le preziose informazioni che racchiudono.
Un viaggio fotografico attraverso le “ondulazioni” della materia a rendere manifesta la natura impalpabile delle onde attraverso le manifestazioni della natura e dei suoi mutamenti.
Date e luogo da concordare

Pianeta CNR · Microalghe: una rivelazione (o rivoluzione) per salute e clima

(cod. A258) A cura del dell’Istituto di Chimica Biomolecolare CNR-ICB MODERA: Maria Francesca Carfora, Istituto per le applicazioni del calcolo CNR-IAC Le microalghe, indispensabili per assicurare la vita degli ambienti acquatici, stanno diventando sempre più importanti anche per l’uomo sia per ricavare materie prime essenziali per l’alimentazione e l’agricoltura, sia per il clima come nuova […]

Pianeta CNR · Nuove opportunità in un Mediterraneo che cambia

(cod. A257) A cura dell’Istituto di Chimica Biomolecolare CNR-ICB MODERA: Maria Francesca Carfora, Istituto per le applicazioni del calcolo CNR-IAC Le invasioni biologiche marine stanno avendo un enorme impatto sull’ecosistema mediterraneo, il quale sta perdendo le sue caratteristiche biologiche distintive sotto la continua pressione di specie invasive la cui eradicazione è considerata non realistica nella […]

Pianeta CNR · Fibonacci day – A Comics & Science celebration

(cod. A105) A cura dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo CNR-IAC MODERA: Alessandra Drioli, Fondazione Idis – Città della Scienza 23 Novembre è il Fibonacci Day. La collana Comics & Science (CNR Edizioni) quest’anno celebra la ricorrenza con una “Fibonacci issue” scritta e disegnata da Claudia Flandoli. Ospiti a Futuro Remoto la disegnatrice (Claudia Flandoli) […]

La funzione del mondo. La storia (a fumetti) di Vito Volterra, un matematico rivoluzionario

(cod. A311) A cura di: Istituto per le Applicazioni del Calcolo “M.Picone” CNR-IAC; Unità Comunicazione e Relazioni con il Pubblico del Cnr; Feltrinelli Editore. CONDUCONO L’INCONTRO: Andrea Plazzi, traduttore, saggista e editor italiano Roberto Natalini, matematico, divulgatore INTERVENGONO: Alessandro Bilotta, sceneggiatore di fumetti, Dario Grillotti, disegnatore di fumetti, illustratore (disegnerà dal vivo in diretta) MODERA: […]

Pianeta CNR · Le nuove tecnologie per le costruzioni

Approfondimento delle principali innovazioni nel settore dell’Ingegneria civile, scoprendo come queste possono contribuire a migliorare le condizioni di sicurezza, a ridurre i costi di nuove realizzazioni, o a migliorare le prestazioni di strutture esistenti. Attraverso una presentazione-video vengono mostrate le soluzioni tecnologiche per la stampa 3D in calcestruzzo, per il monitoraggio strutturale dinamico in continuo, per la dissipazione sismica, e l’impiego di materiali da riciclo per usi strutturali, evidenziandone l’impatto sul settore delle costruzioni e per la sostenibilità ambientale.

Pianeta CNR · Estremofili, Nutraceutica/Sicurezza Alimentare, Biodiversità Marina: la biologia per la salute del pianeta

(cod. A66) A cura dell’Istituto di Bioscienze e BioRisorse CNR-IBBR Gli agenti atmosferici, tra cui i raggi UV, i radicali liberi, gli inquinanti atmosferici, causano seri danni al DNA in tutti gli esseri viventi presenti sulla Terra. Questi però posseggono, a livello cellulare, meccanismi di riparazione tesi a correggere la mutazione, talvolta tramite rimozione fisica […]