Missione Antartide. 35 anni di missione italiana nel continente estremo

La mostra dei 35 anni del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide vuole far conoscere l’unicità del continente antartico e ripercorrere le tappe fondamentali della presenza italiana, mettendo in luce i più importanti risultati scientifici e logistici ottenuti, le difficoltà superate e alcuni obiettivi futuri.
Il percorso espositivo inizia con la descrizione degli elementi storici, giuridici ed istituzionali all’interno dei quali il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide è nato e si sviluppa. Il visitatore trova una introduzione generale alla geografia dell’Antartide e un richiamo agli eventi che hanno preceduto la nascita del PNRA e al Sistema del Trattato Antartico. Sono citati i Promotori del Programma, coloro che hanno contribuito negli anni alla sua realizzazione e coloro che hanno contribuito al percorso espositivo. Un’area è dedicata ad illustrare le procedure di addestramento del personale in Spedizione. La mostra si articola in due percorsi concettualmente interconnessi. Sul lato destro, un percorso cronologico ripercorre tre decenni di intenso sforzo logistico e scientifico compiuto dall’Italia in Antartide; sul lato sinistro vengono riportati i risultati di alcune delle ricerche scientifiche sviluppate in questo periodo. Il percorso espositivo termina con “Incantevole Antartide”, un’emozionante esposizione di fotografie e filmati realizzati in Antartide dai Paul Nicklen, Roberto Palozzi ed Enrico Sacchetti.

Missione Antartide. 35 anni di missione italiana nel continente estremo

La mostra dei 35 anni del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide vuole far conoscere l’unicità del continente antartico e ripercorrere le tappe fondamentali della presenza italiana, mettendo in luce i più importanti risultati scientifici e logistici ottenuti, le difficoltà superate e alcuni obiettivi futuri.
Il percorso espositivo inizia con la descrizione degli elementi storici, giuridici ed istituzionali all’interno dei quali il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide è nato e si sviluppa. Il visitatore trova una introduzione generale alla geografia dell’Antartide e un richiamo agli eventi che hanno preceduto la nascita del PNRA e al Sistema del Trattato Antartico. Sono citati i Promotori del Programma, coloro che hanno contribuito negli anni alla sua realizzazione e coloro che hanno contribuito al percorso espositivo. Un’area è dedicata ad illustrare le procedure di addestramento del personale in Spedizione. La mostra si articola in due percorsi concettualmente interconnessi. Sul lato destro, un percorso cronologico ripercorre tre decenni di intenso sforzo logistico e scientifico compiuto dall’Italia in Antartide; sul lato sinistro vengono riportati i risultati di alcune delle ricerche scientifiche sviluppate in questo periodo. Il percorso espositivo termina con “Incantevole Antartide”, un’emozionante esposizione di fotografie e filmati realizzati in Antartide dai Paul Nicklen, Roberto Palozzi ed Enrico Sacchetti.

Missione Antartide. 35 anni di missione italiana nel continente estremo

La mostra dei 35 anni del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide vuole far conoscere l’unicità del continente antartico e ripercorrere le tappe fondamentali della presenza italiana, mettendo in luce i più importanti risultati scientifici e logistici ottenuti, le difficoltà superate e alcuni obiettivi futuri.
Il percorso espositivo inizia con la descrizione degli elementi storici, giuridici ed istituzionali all’interno dei quali il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide è nato e si sviluppa. Il visitatore trova una introduzione generale alla geografia dell’Antartide e un richiamo agli eventi che hanno preceduto la nascita del PNRA e al Sistema del Trattato Antartico. Sono citati i Promotori del Programma, coloro che hanno contribuito negli anni alla sua realizzazione e coloro che hanno contribuito al percorso espositivo. Un’area è dedicata ad illustrare le procedure di addestramento del personale in Spedizione. La mostra si articola in due percorsi concettualmente interconnessi. Sul lato destro, un percorso cronologico ripercorre tre decenni di intenso sforzo logistico e scientifico compiuto dall’Italia in Antartide; sul lato sinistro vengono riportati i risultati di alcune delle ricerche scientifiche sviluppate in questo periodo. Il percorso espositivo termina con “Incantevole Antartide”, un’emozionante esposizione di fotografie e filmati realizzati in Antartide dai Paul Nicklen, Roberto Palozzi ed Enrico Sacchetti.

Missione Antartide. 35 anni di missione italiana nel continente estremo

La mostra dei 35 anni del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide vuole far conoscere l’unicità del continente antartico e ripercorrere le tappe fondamentali della presenza italiana, mettendo in luce i più importanti risultati scientifici e logistici ottenuti, le difficoltà superate e alcuni obiettivi futuri.
Il percorso espositivo inizia con la descrizione degli elementi storici, giuridici ed istituzionali all’interno dei quali il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide è nato e si sviluppa. Il visitatore trova una introduzione generale alla geografia dell’Antartide e un richiamo agli eventi che hanno preceduto la nascita del PNRA e al Sistema del Trattato Antartico. Sono citati i Promotori del Programma, coloro che hanno contribuito negli anni alla sua realizzazione e coloro che hanno contribuito al percorso espositivo. Un’area è dedicata ad illustrare le procedure di addestramento del personale in Spedizione. La mostra si articola in due percorsi concettualmente interconnessi. Sul lato destro, un percorso cronologico ripercorre tre decenni di intenso sforzo logistico e scientifico compiuto dall’Italia in Antartide; sul lato sinistro vengono riportati i risultati di alcune delle ricerche scientifiche sviluppate in questo periodo. Il percorso espositivo termina con “Incantevole Antartide”, un’emozionante esposizione di fotografie e filmati realizzati in Antartide dai Paul Nicklen, Roberto Palozzi ed Enrico Sacchetti.

Dal Piano di Sviluppo Rurale: esperienze di costruzione di una agricoltura sostenibile · Il finocchio senza scarti: il Progetto FENNEL

(cod. A371) COORDINA: Natascia Conforti, Fondazione Idis-Città della Scienza INTRODUCE: Gianfranco Nappi, Fondazione Idis-Città della Scienza PARTECIPANO: Prof.ssa Stefania De Pascale, Responsabile tecnico scientifico del progetto Fennel, Università Federico II – Dip.to di Agraria Prof. Alberto Ritieni, Università Federico II – Dip.to Farmacia Prof. Alessandro Piccolo, Università Federico II – Dip.to Agraria Dott. Rino Prota, Distretto Tecnologico Campania Bioscience […]

Cambiamenti climatici e processi evolutivi del pianeta Terra

(cod. A50) A cura del Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e delle Risorse, Università degli Studi di Napoli “Federico II” MODERA: Antonietta Rossi, Dipartimento di Farmacia, Università degli Studi di Napoli “Federico II” Viene presentato un ciclo di laboratori che prevedono: Le variazioni climatiche e analogie musicali. Presentazioni e dimostrazioni interattive illustrano le cause […]