Oltre la materia: bioplastiche e “biobased grown materials”

(Cod. A01)

A cura del Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale, Università degli Studi della Campania “L. Vanvitelli”

MODERA: F. Anna Digilio, Istituto di Ricerca sugli Ecosistemi Terrestri CNR-IRET

La definizione di un paradigma di design veramente ecologico e coevolutivo cambia le prospettive progettuali con le quali i tecnici esperti riescono a configurare e a definire lo spazio per l’abitare.
Il comfort ambientale, in questo modo, non è più definito solo dalle condizioni di illuminazione, ventilazione, temperatura e percentuale di umidità relativa presente nell’aria, ma anche dalla qualità ecosistemica e rigenerativa della materia che definisce quegli spazi.
Attraverso 10 scatti i ricercatori raccontano le ragioni, le fasi e l’attuazione della ricerca. I 10 scatti entrano dentro la materia con un microscopio elettronico a scansione, che svela il processo totalmente naturale di produzione di materiali coltivati a base biologica derivati da funghi e di materiali plastici a base biologica con l’uso di amidi vegetali. L’osservazione della macrostruttura permette di comprendere il processo naturale di costruzione della materia.

20/11/@9:15
09:15 — 10:30 (1h 15′)

Da remoto

Per le Scuole, Per le Università

POSTI ESAURITI