Aftermath (Diario del cambiamento climatico)

(cod. A356)

A cura di:
Istituto di Scienze e Tecnologie per l’Energia e la Mobilità Sostenibili CNR-STEMS
– Istituto di Scienze Marine CNR-ISMAR

Il 2019 e l’inizio del 2020 sono impressi nella memoria collettiva per le devastanti bufere di vento che hanno colpito la Regione Campania provocando la caduta di numerosi alberi in tutta la città di Napoli. Alcuni alberi si sono abbattuti anche sul tracciato della tangenziale e sul tessuto cittadino travolgendo auto in transito. Tra i lasciti del maltempo, morti e numerosi feriti oltre che dissesti e l’apertura di buche stradali in un tessuto cittadino già ferito dalla incuria e dalla scarsa manutenzione ordinaria. Le piogge hanno inoltre aumentato il danno già in essere. A memoria di questo periodo di grande paura indotta dalle conseguenze della emergenza climatica, più di 300 alberi caduti o abbattuti hanno lasciato vestigia di tragedie consumate o sfiorate sotto forma di tronchi mozzati ed appuntiti. Il progetto Aftermath recupera ed espone queste vestigia sotto forma di incisioni xilografiche effettuate direttamente sul posto in cui è caduto ogni singolo albero.

26/11/@11:00
11:00 — 11:40 (40′)

Da remoto

Per le Famiglie, Per le Scuole, Per le Università, Per Tutti

POSTI ESAURITI