La memoria dei ghiacci

(cod. A101)

A cura dell’Istituto di scienze polari CNR – ISP e dell’Unità Comunicazione e Relazioni con il Pubblico del CNR

INTRODUCE: Francesco Loreto, Università degli Studi di Napoli Federico II

Le calotte polari e i ghiacciai alpini rappresentano un “archivio” climatico di inestimabile importanza. La neve, accumulandosi lentamente, strato dopo strato, e trasformandosi in ghiaccio, intrappola al suo interno le preziose bolle d’aria, fondamentali per ricostruire la composizione atmosferica del passato del nostro pianeta. Il direttore del Cnr-Isp Carlo Barbante ci illustra i progetti Beyond EPICA Oldest Ice Core e Ice Memory, che hanno lo scopo di misurare i gas serra, e ricostruire le temperature degli ultimi 1,5 milioni di anni; e di conservare i campioni di ghiaccio da tutto il mondo creando un archivio climatico mondiale in Antartide, a disposizione degli scienziati del futuro.

23/11/@12:00
12:00 — 13:00 (1h)

Da remoto

Per le Scuole, Per le Università

POSTI ESAURITI