Dentro i colori, combinando la luce visibile e la luce infrarossa

(cod. A48)

A cura del Dipartimento di Scienze Chimiche, Università degli Studi di Napoli “Federico II”

Il colore dei pigmenti rappresenta la luce visibile che giunge all’occhio umano. La luce naturale contiene anche una componente a cui l’occhio non è sensibile, chiamata luce infrarossa. Utilizzando altri rivelatori è possibile osservare i colori, e quindi le sostanze chimiche che li costituiscono, grazie sia alla luce visibile che alla luce infrarossa.
Durante il laboratorio vengono mostrati oggetti, pigmenti, dipinti osservati con una videocamera modificata: questo permette di osservare le variazioni cromatiche che si evidenziano in presenza della luce infrarossa. Il pubblico può eseguire direttamente le prove ed osservare da vicino i vari effetti che vengono presentati.

22/11/@12:15
12:15 — 13:30 (1h 15′)

In presenza

Per le Famiglie, Per le Scuole, Per le Università, Per Tutti

POSTI ESAURITI