Dentro i colori, combinando la luce visibile e la luce infrarossa

(cod. A28)

A cura del Dipartimento di Scienze Chimiche, Università degli Studi di Napoli “Federico II”

MODERA: F. Anna Digilio, Istituto di Ricerca sugli Ecosistemi Terrestri CNR-IRET

Il colore dei pigmenti rappresenta la luce visibile che giunge all’occhio umano. La luce naturale contiene anche una componente a cui l’occhio non è sensibile, chiamata luce infrarossa. Utilizzando altri rivelatori è possibile osservare i colori, e quindi le sostanze chimiche che li costituiscono, grazie sia alla luce visibile che alla luce infrarossa.
Durante il laboratorio vengono mostrati oggetti, pigmenti, dipinti osservati con una videocamera modificata: questo permette di osservare le variazioni cromatiche che si evidenziano in presenza della luce infrarossa. Il pubblico può eseguire direttamente le prove ed osservare da vicino i vari effetti che vengono presentati.

20/11/@12:15
12:15 — 13:30 (1h 15′)

Da remoto

Per le Famiglie, Per le Scuole, Per le Università, Per Tutti

POSTI ESAURITI