Pianeta CNR · All’esplorazione del microbiota: un microcosmo da (ri)scoprire per comprendere la vita sul nostro pianeta ed affrontare i suoi cambiamenti.

(cod. A286)

A cura dell’Istituto di Chimica Biomolecolare

MODERA: Pietro Amodeo, CNR-ICB
L’attività propone due visite con dimostrazioni nei laboratori dell’ICB per scoprire le funzionalità del microbiota e le sue interazioni con il nostro organismo.

Lab 1 – Alla scoperta del mondo oscuro e ventrale dei batteri simbiotici. Che ruolo essi hanno sulla nostra funzione neurologica e muscolare?
Illustrando in modo accessibile a tutti il ruolo dei batteri che vivono in simbiosi con il nostro organismo e che proliferano nel nostro intestino, Fabio Arturo Iannotti spiega la loro funzione nella corretta funzionalità del cervello e dei muscoli scheletrici. L’attività divulgativa, inoltre, si sofferma sull’importanza del microbiota intestinale nello sviluppo e/o nella prevenzione degli effetti collaterali causati da specifiche classi di farmaci comunemente impiegati su larga scala dalla popolazione per il trattamento delle patologie più frequenti. L’attività prevede la dimostrazione di tecniche di laboratorio di comune utilizzo per l’identificazione dei diversi ceppi batterici tramite sequenziamento e analisi del DNA.

Lab 2 – Guardando agli orologi biologici del cervello e dell’intestino per decifrare il meccanismo che collega l’ambiente nutrizionale al microbiota intestinale e alla salute umana.
Luigia Cristino spiega le attuali conoscenze sulla relazione microbiota-intestino-cervello e su come batteri intestinali e ritmi circadiani agiscano insieme per influenzare gli stati di salute metabolica e malattia regolando il funzionamento degli orologi biologici del corpo umano, avvalendosi delle attività pratiche dimostrative: 1. Alla ricerca del “terzo occhio” perduto: l’evoluzione delle cellule fotosensibili lungo la scala filogenetica dei viventi fino all’uomo; 2. Localizzazione e osservazione degli orologi biologici nel cervello e intestino di topo: uso del microscopio e della fluorescenza; 3. Metodi anatomici per identificare le connessioni tra intestino e cervello: sulle orme di un “tracciante” neuronale fluorescente.

27/11/@9:15
09:15 — 10:45 (1h 30′)

Da remoto

Per le Scuole

POSTI ESAURITI